Argo 1

Interpellanza

di Giorgio Galusero

Giubiasco, 2 marzo 2017
Alla luce delle recenti evoluzioni e delle ultime notizie di stampa legate alla vicenda che vede coinvolta l’agenzia privata di sorveglianza ARGO 1 di Cadenazzo e data l’entità dei mandati diretti cui la ARGO 1 ha beneficiato, trasformo l’interrogazione del 24 febbraio 2017 in un’interpellanza, invitando il Consigliere di Stato responsabile a riferire nella seduta del 13 marzo 2017.

Aggiungo inoltre un’ulteriore domanda e chiedo al Consiglio di Stato:

  • A quanto ammonta, negli anni passati, il complesso delle prestazioni fornite alla ditta ARGO 1?
  • Corrisponde al vero che l’agenzia Argo 1 è stata scelta con la procedura dell’incarico diretto per svolgere un delicato compito come la sorveglianza di un centro per asilanti? Per quali ragioni si è optato per questa procedura?
  • Chi ha preso la decisione e su quali basi?
  • Corrisponde al vero che, come indicato del Direttore del Dipartimento, la scelta è avvenuta per ragioni economiche? Quali sono le altre motivazioni? Se effettivamente si è proceduto ad un incarico diretto come si è stabilito che l’offerta fosse effettivamente economicamente interessante?
  • Corrisponde al vero che la Argo 1, iscritta al Registro di commercio dal 2011, ha cambiato poi più volte recapito, amministratore e statuto?
  • Questi cambiamenti sono stati tenuti in considerazione al momento della scelta? Se si in che modo? Se no perché non hanno costituito motivo di preoccupazione?
  • Quali sono stati i controlli effettuati per verificare il corretto svolgimento del mandato?
  • La ditta Argo 1 risponde a tutti i requisiti richiesti dal Concordato sulle prestazioni di sicurezza effettuate da privati e approvato dal Gran Consiglio il 15 aprile 2013?
  • In particolare il titolare della ditta e i suoi dipendenti hanno seguito la formazione di base e permanente?
  • È stata istituita la commissione paritetica per il controllo di questo settore come auspicato dalla Commissione della legislazione nel rapporto del 27 marzo 2013? Se no per quale ragione?
  • Come intende agire in futuro il Consiglio di Stato per gestire il settore dell’asilo?