Realizzazione di una condotta GAS

 Realizzazione di una nuova condotta GAS a Stabio con allacciamento alla rete AIL

"È compito del Municipio spiegare perché questa opera non procede come previsto, tanto più che, se questo progetto non dovesse proseguire celermente, essendo proprio stato pensato a beneficio dei consumatori finali, i costi del gas a carico degli utilizzatori (cittadini ed industrie), inevitabilmente aumenteranno."

Egregio Signor Sindaco,

Gentili signore Municipali,

Egregi signori Municipali,

Il Consiglio Comunale, in data 11 luglio 2016, ha approvato all’unanimità questo importante progetto che, come spiegato nel relativo Messaggio Municipale (MM numero 06 / 2016), è di centrale importanza per il nostro Comune e, di riflesso, per tutti i cittadini di Stabio.

Ricordiamo che il progetto prevede una nuova condotta gas di collegamento tra la rete attuale AMS e la stazione AIL. Dalla planimetria allegata al MM si evince  il percorso. In breve, la futura condotta partirà dalla “Prella” (Genestrerio/Stabio), scenderà sulla strada agricola comunale sino all’attraversamento del fiume Laveggio, terminando nelle immediate vicinanze della stabilimento Ferriere. 

Utile anche ricordare che, per la posa di condotte 5 bar, i vincoli risultano essere minimi, inoltre, sui sedimi in oggetto, ci risulta siano già presenti diverse condotte 5 bar, addirittura, su uno di questi, è certamente presente la condotta 25 bar di AIL, che alimenta tutto il Canton Ticino. 

Il Municipio ha licenziato il Messaggio, il Consiglio Comunale l’ha approvato all’unanimità, decidendo lo stanziamento di un credito importante di oltre CHF 700'000.00, eppure, dopo oltre 1 anno, tutto tace, 

Il nostro gruppo, che si fa portavoce degli interessi della collettività, vuole capire quali sono gli ostacoli che non permettono di procedere celermente, perché non è ancora stato dato  seguito alla decisione dall’intero Legislativo.

Trattasi di un intervento mirato, puntuale e concreto, avvallato all’unanimità. Perché non è ancora stato realizzato?  È compito del Municipio spiegare perché questa opera non procede come previsto, tanto più che, se questo progetto non dovesse proseguire celermente, essendo proprio stato pensato a beneficio dei consumatori finali, i costi del gas a carico degli utilizzatori (cittadini ed industrie), inevitabilmente aumenteranno. 

Visto tutto quanto precede, chiediamo al Municipio una presa di posizione chiara, celere e trasparente.

Avvalendoci delle facoltà concesse dalla LOC (Art. 66) chiediamo all’Esecutivo quanto segue:

  1. Cosa è stato intrapreso dall’11 luglio 2016 fino ad oggi per realizzare l’opera?
  2. Si sono svolti degli incontri con i proprietari interessati? Gli incontri sono avvenuti solo con i funzionari di riferimento o anche insieme a Municipali?
  3. Corrisponde al vero che i lavori di posa della nuova condotta non possono essere eseguiti in quanto manca l’adesione dei proprietari dei sedimi?
  4. Quali sono i fondi ed i proprietari interessati che si oppongo alla posa? 
  5. Vi sono dei validi motivi che possono essere sollevati dai proprietari dei fondi per ritardare in questo modo la posa o per opporsi?
  6. Considerato che la mancata realizzazione può comportare un maggiore onere per gli utilizzatori finali interessati, nel rispetto del principio di trasparenza, il nostro Gruppo chiede al Municipio se è disposto a riferire non solo in questa sede ma anche a mezzo stampa, affinché tutti i cittadini siano puntualmente informati in merito ai problemi sorti in fase di realizzazione di questa opera.

Il Gruppo PLR in Consiglio comunale di Stabio

Interpellanza Condotta Gas 20171016

Risposta del Municipio